Taggati ‘boss’

Milano: la Polizia di Stato esegue decreto di sequestro di beni a boss della ‘Ndrangheta.

Milano: la Polizia di Stato esegue decreto di sequestro di beni a boss della ‘Ndrangheta.

La Polizia di Stato ha eseguito un nuovo decreto di sequestro antimafia nei confronti del boss della ‘ndrangheta MANNO Francesco, classe 1961, condannato con sentenza definitiva per associazione mafiosa ex art. 416 bis c.p. a nove anni di reclusione a seguito dell’ “Operazione Infinito” appartenente alla cosiddetta “locale”, ‘ndrangheta di Pioltello.

Il nuovo provvedimento , che fa seguito a quello eseguito lo scorso 22 marzo,

 è scaturito da ulteriori indagini patrimoniali

Telefono occultato tra le parti intime: era destinato a detenuto del clan Gionta, denunciata la sorella dalla Polizia Penitenziaria

Telefono occultato tra le parti intime: era destinato a detenuto del clan Gionta, denunciata la sorella dalla Polizia Penitenziaria

Era destinato al fratello detenuto lo smartphone occultandolo tra le parti intime e rinvenuto dagli agenti della Polizia Penitenziaria nel carcere di Fuori a Salerno. Si tratta del boss Luigi Albergatore, 30 anni, elemento di spicco del clan Gionta, che negli ultimi mesi si è reso protagonista di una serie di episodi anche di violenza come quando nel mese di febbraio scorso litigando con un altro detenuto gli tagliò…

Pronto il 41bis per Marco Di Lauro: sarà trasferito nel carcere di Sassari, a rivelarlo il Ministro dell’Interno Salvini

Pronto il 41bis per Marco Di Lauro: sarà trasferito nel carcere di Sassari, a rivelarlo il Ministro dell’Interno Salvini

A Marco Di Lauro, boss di Secondigliano, è stato certificato il regime di detenzione del 41bis, quello del “carcere duro” a cui sono sottoposti detenuti ritenuti pericolosi per il loro ruolo nella criminalità organizzata o associazioni terroristiche. Il boss sarà tradotto nel carcere di massima sicurezza “Bacchiddu” di  Sassari. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, al termine del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica…

Con “Agosto di fuoco” il Gruppo Gargano arresta i capi del clan Perna

Con “Agosto di fuoco” il Gruppo Gargano arresta i capi del clan Perna

Al termine dell’indagine denominata “Agosto di fuoco” il team investigativo “Gruppo Gargano” ha arrestato due cugini di 39 e 32 anni, considerati elementi al vertice dell’organizzazione criminale attiva a Vieste (Foggia), capeggiata da Girolamo Perna, ex luogotenente del boss Angelo Notarangelo, ucciso in un agguato mafioso nel gennaio 2015.

L’accusa nei loro confronti è di associazione per delinquere finalizzata al traffico di…

‘Ndrangheta: arrestato Luigi Abbruzzese, latitante dal 2015

‘Ndrangheta: arrestato Luigi Abbruzzese, latitante dal 2015

Arrestato, questa mattina a Lauropoli di Cassano allo Jonio (Cosenza), dalla Squadra mobile di Cosenza e Catanzaro e dagli uomini dello Sco (Servizio centrale operativo), Luigi Abbruzzese latitante dal 2015 e inserito nell’elenco dei ricercati più pericolosi.

Era a capo dell’omonima cosca nella Sibaritide. Il latitante è stato condannato in primo e secondo grado a 20 anni di reclusione in quanto ritenuto il…

Taggato con:                   

Siracusa: clan Giuliano a Pachino, 19 arresti

Siracusa: clan Giuliano a Pachino, 19 arresti

È finito oggi con l’arresto di 19 persone il dominio del “clan Giuliano” nella zona sud della Provincia di Siracusa, nell’area compresa tra i comuni di Pachino e Portopalo di Capo Passero.Il boss indiscusso della zona, Salvatore Giuliano, teneva le fila di ogni attività commerciale della zona attraverso i membri del clan.

Non solo imponeva il pagamento di tangenti alle attività commerciali, prevalentemente agricole ma, con un salto di livello…

Trapani: 22 arresti tra gli affiliati di Messina Denaro

Trapani: 22 arresti tra gli affiliati di Messina Denaro

“Anno Zero” è l’operazione congiunta delle Squadre mobili di Trapani e Palermo, del Servizio centrale operativo, dei Carabinieri e della Dia, durante la quale sono stati emessi 22 provvedimenti cautelari nella provincia di Trapani, nei confronti di persone legate al clan mafioso capeggiato dal boss latitante Matteo Messina Denaro.

Tra i destinatari dei provvedimenti anche Matteo Messina Denaro e i suoi due cognati, a conferma del perdurante ruolo di…

‘Ndrangheta: nella rete l’ultimo dei Pesce

‘Ndrangheta: nella rete l’ultimo dei Pesce

Si è arreso alzando le mani Antonino Pesce, il latitante 26enne arrestato all’alba di questa mattina dai poliziotti della Squadra mobile di Reggio Calabria e dai colleghi del Servizio centrale operativo.

Con l’arresto di oggi, sono stati tutti catturati i latitanti della cosca Pesce. Il latitante, localizzato dai poliziotti in un appartamento del centro abitato di Rosarno (Reggio Calabria), si era sottratto alla cattura nell’ambito dell’operazione Recherche della primavera dello…

Mafia, boss del pizzo scarcerati dopo un mese. Vittime che avevano denunciato esposte alla vendetta

Mafia, boss del pizzo scarcerati dopo un mese. Vittime che avevano denunciato esposte alla vendetta

PALERMO – Boss del pizzo scarcerati dopo un mese. Le vittime che avevano denunciato ora sono esposte alla vendetta. Per la prima volta infatti decine di commercianti e imprenditori della provincia di Agrigento per anni vittime del racket hanno iniziato a collaborare con gli inquirenti facendo nomi e cognomi degli esattori del pizzo, rompendo il muro dell’omertà. Molti estorsori però sono tornati liberi dopo la decisione del tribunale del…

Taggato con:             

Reggio Calabria: arrestati 11 affiliati della cosca Pesce

Reggio Calabria: arrestati 11 affiliati della cosca Pesce

Hanno favorito e protetto la latitanza del boss Marcello Pesce, arrestato lo scorso dicembre, permettendo a quest’ultimo di mantenere inalterato il suo ruolo di boss all’interno della cosca; così, elementi di vertice, affiliati e prestanomi appartenenti alla cosca Pesce di Rosarno sono stati arrestati questa mattina dagli uomini della questura di Reggio Calabria.

L’indagine della Squadra mobile, coordinata dal Servizio centrale operativo (Sco) ha permesso d’individuare 11 persone legate…

Mafia: colpito il clan Cursoti e il suo boss

Mafia: colpito il clan Cursoti e il suo boss

Venti persone, compreso lo storico boss del clan dei Cursoti, Giuseppe Garozzo, 63 anni, noto come “Pippu u maritatu” (Pippo lo sposato), sono state arrestate stamattina dalla Squadra mobile della questura di Catania.

Tutti sono accusati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di stupefacenti, e detenzione di armi da guerra.

Il boss Garozzo, scarcerato alla fine del 2010 dopo quasi 18 anni di reclusione, stava tentando di riorganizzare la cosca dei Cursoti…

Taggato con: