La Burocrazia e il Benessere del Personale della Polizia Penitenziaria

Al Ministro della Giustizia

On. Le Avv.to Alfonso BONAFEDE  

ROMA

 

Al Presidente dell’Amministrazione Penitenziaria 

Dott.re Francesco BASENTINI

ROMA

 

Al Provveditore della Sicilia

Dott.ssa Cinzia CALANDRINO 

PALERMO

 

Oggetto; Ufficio distacchi e assegnazione Provveditorato SICILIA.

 

Pregiatissimi in intestazione,

L’Associazione UDS-Uomini e Donne della Sicurezza-, che ha l’onere di rappresentare più di 70 mila Soci su tutto il territorio Nazionale, con la presente e a seguito delle tante e-mail giunti alla nostra segreteria, di personale appartenete al Corpo della Polizia Penitenziaria e in servizio presso gli Istituì del PRAP Sicilia, i quali lamentano i continui dinieghi che giungono dall’ufficio in oggetto, circa delle istanze di distacco presentate dai Poliziotti Penitenziari e non solo.

Sembrerebbe sia pratica consolidata, da parte della Dirigenza dell’ufficio distacchi, porre in essere una metodologia di diniego o rigetto burocratica delle istanze avanzate, anche in presenza di fatti che richiederebbero a volte un po’ di buon senso e maggiore attenzione anche a beneficio del benessere del personale. Fatto più grave è quando il diniego viene posto con motivazioni al quanto condivisibili anche se dallo spostamento ne diviene un beneficio per l’amministrazione stessa.

In tanti si rivolgono a noi per sfogare il proprio stato d’animo di un atteggiamento che sembrerebbe scontrarsi con le indicazioni impartite da diritti acquisiti nel tempo senza non poche difficolta.

Diritti, Stimatissimo Ministro, che non devono trovare fondamento, nell’emettere diniego, in Leggi diverse da quelli che sono invece norme riconosciute dall’Amministrazione Penitenziaria o rimarcarli come strumento di imposizione su questioni legate alla sfera famigliare. In più occasioni proprio il Dott.re Basentini a richiamato ed una maggiore attenzione, le sedi periferiche, nel valutare con più attenzione le varie richieste del Personale di Polizia.

Per lo più in tantissimi casi si respingono richieste di distacco, con motivazioni burocratiche, oggetto di circolari ormai obsoleti e non più coerenti con le realtà sia oggettive che soggettive dei tempi nostri, che in alcuni casi andrebbero sicuramente a migliorare l’azione amministrativa del buon andamento del processo organizzativo della gestione delle Carceri Siciliane.

Ministro,

Il Club UDS non c’è l’ha con il Provveditore Dottoressa Cinzia CALANDRINO, anche con il predecessore non c’erano mai stato problemi, Dottore Gianfranco DE GESU,  così come con tutti i Dirigenti di tutta la penisola, con i quali in più occasioni se collaborato al fine di migliorare sia il difficile  è complesso lavoro che svolge la Polizia Penitenziaria contribuendo nel nostro piccolo nel migliorare l’azione dell’amministrazione stessa, il problema è rappresentato da burocrati che ragionano sulla base di circolari e direttive risalenti agli anni novanta, responsabili di procedimenti che inducono a ragionamenti burocratici che in tantissime occasioni vengono emarginati da Dirigenti che pongono maggiore attenzione proprio dal punto di vista del benessere del Personale migliorando l’approccio tra datore di lavoro e dipendente.

 Fino a quando ci confrontiamo con i Dirigenti si riesce ad attivare un processo innovativo e di vicinanza al Personale, quando scendiamo di gradino ci troviamo a scontrarci con burocrati che in nessun caso valutano le istanze con il buon senso del benessere del personale, affidandosi a pratiche burocratese non condivise e lontanissime dalle realtà operative e funzionali dell’Amministrazione stessa.

Ministro,

Oltre che ringraziarLa personalmente per le copiose risposte che pervengono dal Suo Ufficio, ringraziando anche il Presidente Basentini per avere sempre preso in esame le note inviatogli, che oltretutto sono sempre state apprezzate dal Copro della Polizia Penitenziaria, anche se in alcuni casi non condivisibili, Le si chiede di interessarsi presso il PRAP Sicilia affinché si effettui una verifica su quanto segnalatoci.

Rimanendo in attesa di cortese riscontro si inviano cordiali saluti.

                                                           Presidente UDS

                                               Domenico Gianluca FILIPPONE

 

 

Scrivi un tuo commento