Ndrangheta: sequestrati beni per 3 milioni di euro a Milano

Un sequestro di beni per tre milioni di euro è stato eseguito dai poliziotti della Divisione anticrimine della questura di Milano, in collaborazione con i colleghi di Reggio Calabria e coordinati dal Servizio centrale anticrimine.

Tutti i beni sono a carico di un appartenente alla cosca Morabito – Palamara – Bruzzaniti, egemone nell’area jonica della provincia di Reggio Calabria. Il sequestro, disposto dal tribunale di Reggio Calabria, ha riguardato il 43enne Bartolo Bruzzaniti, che da molti anni vive a Garbagnate Milanese (Milano). I beni sequestrati, tra cui 6 immobili e 3 società si trovano proprio nello stesso comune.

La cosca, alleata dei Morabito e dei Palamara, è stata coinvolta in vicende sul traffico di droga e sulle infiltrazioni negli appalti pubblici.

Le attività investigative sono iniziate non appena un uomo della cosca Bruzzaniti è uscito dal carcere: gli investigatori hanno notato che il patrimonio di Bruzzaniti ha subito un anomalo incremento se rapportato al reddito dell’uomo e a quello della sua famiglia. Secondo i poliziotti l’acquisto di beni non è stato altro che l’investimento di risorse accumulate illecitamente grazie al traffico di stupefacenti, in attività lecite.

23/10/2019
www.poliziadistato.it

Scrivi un tuo commento