Emergenza Lampedusa

Settembre 2019, un mese che Lampedusa non dimenticherà tanto facilmente, non per il caldo di un’estate che sembra ancora essere nel pieno del suo ciclo, ma per l’invasione che in questi giorni sta mettendo a dura prova tutto ilo sistema accoglienza.

                A Lampedusa, in pochissimi giorni gli sbarchi sono aumentati, schizzando vertiginosamente a percentuali mai registrate prima. Il sistema accoglienza è in Tilt, non ci sono più posti dove allocare i profughi, i viveri iniziano a scarseggiare e il sistema organizzativo, non più abituato a dover fare fronte a questi numeri è in paralisi.

                Quello che però a noi interessa è l’assoluta latitanza da parte del governo per quanto riguarda il Personale delle Forze di Polizia e Armate, i quali sono chiamati a fronteggiare un emergenza che non era assolutamente programmata.

Sono incredulo!!! l’atteggiamento del governo è di completa indifferenza nei confronti di chi con il proprio lavoro garantisce la vigilanza del centro accoglienza e dell’isola, identificando i profughi e controllando che gli stessi rispettino i dettami di civiltà e legalità per i cittadini di Lampedusa.

Le forze di Polizia e Armate, per garantire il servizio sono chiamati assicurare tripli turni senza potersi permettere uno stacco per il normale recupero psicologico che ogni lavoratore ha il diritto di avere.

Le ore di straordinario non si conteggiano più, l’ammontare delle ore accantonate, con il poi tanto amato pagherò, sta mettendo a dura prova il MEF che non riesce a comprendere come gestire tutte queste ore lavorative rimanendo nella legalità, mi permetto di affermare MISSION IMPOSSIBLE.

Essere Uomini e Donne dello Stato non significa che le Istituzioni possano permettersi di obbligarci a svolgere turni di servizio interminabili e massacranti. Lo Stato attraverso la Carta Costituzionale, deve prendersi cura dei propri cittadini e tutelare i lavoratori. Siamo all’osso in tanti ormai da giorni hanno pure rinunciato a chiedere aiuto, perché stanchi delle tante promesse e del sistema che grava solo su poche risorse Umane.

A noi non interessa se la maggioranza tiene!!! non interessa se Renzi ha fatto bene o male a fare la scissione!!! non interessa se il Governo vuole accogliere e accogliere!!!!!, a noi interessa che i nostri diritti siano sacrosanti e intoccabili.

 Caro Governo GialloRosso datevi una svegliata, a noi servono rinforzi di Uomini, mezzi e attrezzature per la sicurezza del contesto lavorativo, i buoni intenti che tanto sbandierate non possono ricadere sempre su di noi.

In attesa di urgente riscontro e interessamento continuiamo a garantire la nostra presenza con professionalità e alto senso del dovere, perché Noi abbiamo giurato fedeltà e rispetto alla nostra Patria e alla nostra Bandiera, perché crediamo nel nostro lavoro e ci sforziamo per essere i garanti della Sicurezza per tutti i cittadini.

                                                                                                                          Presidente U.D.S.

                                                                                                                            D. G. Filippone

Scrivi un tuo commento