Sangue dello Stato che sporca una Divisa

Era da tanto che un collega non veniva ucciso nell’adempimento del proprio dovere.

Mario 35 anni, Un Carabiniere che ha scelto di stare dalla parte dello Stato a Difesa della Democrazia e dei cittadini onesti, stanotte per mano di un essere insignificante, ha perso la vita, lascia la moglie alla quale un mese fa aveva fatto la promessa dell’amore eterno quello che ti lega ad una persona per tutta la vita, con la gioia negli occhi mostrava fiero la fede al dito accanto alla sua splendida consorte indossando la Divisa scelta per il giorno più bello della vita perché quella Divisa ti entra nel sangue nell’anima e diventa parte della tua vita.

Mario ci ha lasciato, a chiuso gli occhi sotto i colpi di una lama di coltello e morto per mano di un verme che dovrebbe marcire in Cella, si dovrebbe ma ahimè in Italia questo non succede, questo verme tra qualche anno, tra riti abbreviati sconti di pena misure alternative alla detenzione e altri benefici di legge garantiste per questi delinquenti, sarà libero. Fa schifo scrivere ciò, si spacca il cuore, ma è cosi e niente possiamo fare. Questo sarà uno dei tanti che con qualche anno di carcere la farà franca, mentre una vita è stata spezzata, mentre una famiglia è stata frantumata.

 Cari Politici non aspettate la morte di uno di Noi, per accorgervi che esistiamo che ci siamo, noi non siamo dei Robot, siamo Donne e Uomini che abbiamo dei sentimenti che ci costruiamo una famiglia che abbiamo dei cari che ci aspettano a casa con il cuore pieno di paura sperando che quella telefonata non arrivi mai. Vogliamo che ci tuteliate con leggi chiare che ci mettono nelle condizioni di intervenire, a tutela nostra e dei  cittadini, con maggiore tutela normativa in caso di imminente pericolo.

 Non usate la morte di Mario per avere un like ho un mi piace in più, prendete impegni con Noi, impegni che ci devono tutelare da questi esseri che usano la delinquenza come metodo di vita, che sono privi della conoscenza del rispetto delle regole, che fin dall’antica Grecia ci hanno dato le fondamenta della necessita di aggregarsi e vivere in sodalizi che hanno a capo delle regole che sono a garanzia del rispetto dei diritti altrui. Mario oggi tutta l’Italia per bene ti piange e prega per Te, non ti dimenticheremo MAI, lotteremo affinché il bastardo che ti ha tolto la vita paghi con il massimo della pena.

Ti Vogliamo BENE e ti porteremo per sempre nel Cuore.

27 luglio 2019

 Associazione ClubUDS.

Scrivi un tuo commento