Il Processo d’innovazione delle traduzioni della Polizia Penitenziaria

Al Ministro della Giustizia

On. Le Avv.to Alfonso BONAFEDE

ROMA

 

Al Presidente dell’Amministrazione Penitenziaria

Dott.re Francesco BASENTINI

ROMA

 

 

 

OGGETTO: Videoconferenze nei Carceri.

 

L’obbiettivo di abbattere i costi migliorando i servizi attraverso le videoconferenze nelle carceri sono ormai una realtà.

Grazie a questo nuovo servizio i processi diventano più rapidi assicurando anche la funzione di garantire meno rischi per il Corpo della Polizia Penitenziaria.

Oggi le teleconferenze portano un risparmio di milioni di euro, pensiamo a un detenuto nel carcere di Genova Marassi che deve fare il processo a Palermo, per la sua traduzione servivano minimo cinque uomini sei biglietti aereo e due furgoni per il trasporto, Genova Marassi aeroporto, aeroporto Palermo tribunale e viceversa.

Un risparmio che porta l’amministrazione ad essere tra quegli enti dello Stato ad intervenire sulla spesa pubblica offrendo un grande vantaggio economico ai contribuenti. La ricaduta positiva, in questo caso, è per l’intera comunità, che attraverso le tasse finanzia servizi fondamentali che vengono assicurati da Corpo della Polizia Penitenziaria.

Questo processo sta portando ad un grosso risparmio sia economico che di personale, infatti, gli effetti di minor spostamento di detenuti si avverte fin da subito, traduzioni che a volte rappresentavano un vero e proprio rischio in quanto si trattava di soggetti con ruoli apicali nelle grandi organizzazioni criminali, i quali  possono contare su appoggi esterni, che potrebbero entrare in azione proprio durante le fasi di spostamento dal carcere al tribunale con l’intento di liberare il soggetto Detenuto

 Situazioni che molto spesso richiedevano l’impiego di Mezzi e uomini di altre Forze di Polizia, aumentando notevolmente le spese economiche.

  Le tecnologie che l’uomo processa, se utilizzate portano a migliorare le condizioni lavorative delimitando anche i rischi, il trasferimento di detenuti per motivi di giustizia era dispendioso e occupava un nucleo di Uomini e Donne, della Polizia Penitenziaria, che negli ultimi anni ha subito un fortissimo incremento che gravava sulla sicurezza degli Istituti in quanto sempre più unità venivano inviati ai Nuclei Traduzioni e Piantonamenti, chiamati in alcuni casi a spostare un detenuto anche per la sola udienza di convalida.

Un piccolo esempio, nel 2017, i soggetti tradotti per convalida sono stati 17.218, su un totale di 162.685, con un costo di oltre 9,5 milioni, ogni risparmiati grazie alle §Teleconferenze.

Ora bisognerebbe attuare il processo di riorganizzazione dei Nuclei Traduzioni e Piantonamenti, i quali a fronte di una diminuzione del carico di lavoro necessitano indubbiamente di un minore numero di Personale, il quale deve essere restituito al servizio d’Istituto per andare a sopperire alla grave carenza organica che in certi casi obbliga i Comandanti di Reparto a impiegare il Personale oltre le ore di lavoro previsto dal contratto, attuando il terzo turno, cioè otto ore di servizio e in alcuni casi con il controllo anche di più piani detentivi e più posti di servizio.

Le Video conferenze sono ormai una realtà operativa, che comunque sta pesando sullo stesso personale a turno, per dare il via al processo serve la presenza di un sottoufficiale in ogni sala, più del personale che assolve al prelievo e all’accompagnamento oltre che alla vigilanza nelle sale d’udienza.

 Incarichi che allo stato attuale ricadono sempre sul personale d’Istituto e non su quello dei Nuclei Traduzioni, per questo il nostro auspicio è che al più presto si dia il via al processo di rientro nel servizio d’Istituto per tutto il Personale che non necessita più come forza lavoro presso le Traduzioni, augurandoci che contestualmente ci sia la restituzione della figura dei Sottoufficiali che vanno a integrare la funzione di videoconferenza.

Sicuri di un vostro autorevole intervento l’occasione è gradita per inviare cordiali saluti.

 

                                                                                  Fir.to   Presidente UDS

                                                                                              D. G. FILIPPONE

  

 

 

Scrivi un tuo commento