Banda di detenuti rumeni bloccati dalla Polizia Penitenziaria di Poggioreale: estorcevano cibo e favori ad altri ristretti

Un’articolata indagine della Polizia Penitenziaria di Poggioreale ha permesso l’arresto di 5 persone di origine rumena che avevano dato vita tra le mura del penitenziario, col concorso di complici esterni, un’attività di estorsione ai danni di altri detenuti della casa circondariale napoletana.

L’attività investigativa degli agenti della sezione investigativa della Penitenziaria ha permesso di ricostruire i metodi utilizzati dai detenuti rumeni. In cambio di favori chiedevano spese alle vittime. Ed è qui che entravano in gioco i complici esterni al penitenziario: attraverso l’acquisto di cibo e beni di prima necessità riscuotevano “indirettamente” l’estorsione. I mancati pagamenti venivano puniti con aggressioni fisiche e pestaggi veri e propri. Un sistema scoperto e bloccato dai baschi azzurri. Tre arrestati attendono la convalida dal carcere di Poggioreale, gli altri due indagati invece sono ristretti agli arresti domiciliari.

www.penitenziaria.it

Scrivi un tuo commento