Assegnazioni Neo Vice Ispettori Polizia Penitenziaria

Al Ministro della Giustizia 

On.Le Avv.to Alfonso Bonafede

ROMA 

Al Sottosegretario della Giustizia

On.Le Avv.to Jacopo Morrone

ROMA 

Al Presidente del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

Dott.re Francesco Basentini

ROMA 

e per conoscenza,

Al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

Direzione Generale del Personale e delle Risorse

Ufficio-II- Copro dei Polizia Penitenziaria

Settore assegnazione, trasferimenti e mobilità temporanea

ROMA 

Al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria

Direzione Generale del Personale e della Formazione 

ROMA

Oggetto: assegnazione Neo Ispettori. 

                                                                                

 

 

 Eccellentissimi, il 90% dei vincitori del concorso per il ruolo iniziale di Vice Ispettore, si sta rivolgendo all’UDS, chiedendoci di intervenire per parteciparvi il loro malcontento.

Infatti, c’è un nutrito numero di Allievi Ispettori che intenderebbero cambiare sede di servizio, prendendo le distanze dalle risultanze emerse tra parte pubblica e sindacati. Condizioni che non si condividono e che entrano in contrasto con quanto previsto dal bando stesso.

 Per un’equa risoluzione del contenzioso venutosi a creare tra volontà personale e accordi intrapresi, sarebbe ideale prendere in considerazione le risultanze emerse dall’indagine conoscitiva fatta dal DAP, attraverso la quale si chiedeva di indicare tre sedi di eventuale gradimento per la destinazione finale.

Dall’indagine emerge come in tanti chiedono di essere impiegati in sedi diverse dove tra l’altro c’è carenza nel ruolo di Ispettori, questa la volontà dei corsisti. La richiesta personale dovrebbe avere più valore di una contrattazione che ha dato esiti diversi dalla volontà individuale manifestata con tanto di richiesta, in uno Stato Democratico, la risolutezza di ogni singolo consociato dovrebbe avere maggiore potere contrattuale fatto da terzi.

La percentuale di corsisti che chiedono di rimanere nella stessa sede è ovviamente superiore a chi vuole cambiarla, per cui non si comprende il muro alzato circa la possibilità di avere un po’ di giustizia riparativa per un concorso segnato da una lungaggine incomprensibile, anche perché nella maggiore parte dei casi chi chiede di cambiare sede di servizio lo fa reclamando di andare in una sede con carenza in organico di Ispettori fuoruscendo da una condizione di esubero oltre quanto previsto dalla pianta organica dell’istituto di impiego con l’attuale modalità di rientro.

Vogliamo ricordare a Noi stessi che una migliore individuazione di un processo organizzativo più democratico che ha la funzione di avvicinarsi al benessere del personale e alle tante familie dei Neo Ispettori, potrebbe veramente rappresentare una svolta importante per l’amministrazione in una nuova politica gestionale delle risorse umane meglio distribuiti onde evitare di avere  Istituti con esubero e istituti sguarniti della figura del Sottoufficiale che rappresenta il vero e proprio motore organizzativo per la Sicurezza e il trattamento intramurale.
Accogliere le richieste degli Ispettori, anche quelli del Minorile, riportando equità nei diritti soggettivi deve essere il vero obiettivo dei vertici Dipartimentali.
           
                                                                                                                                   CLUBUDS 

8 commenti

  1. GRAZIE DI CUORE

    Grazie, altro che sindacati che curano i propri interessi, siete grandi e il vostro essere a disposizione dei bisognosi vi eleva ad avere assegnato il titolo di difensori di diritti di tutti noi. Grazie a nome della mia familia

  2. Patrizio

    il clubuds è veramente l’unico soggetto che sta parlando e scrivendo cose concrete siete unici grazie.

  3. Antonella

    Il clubuds ha sempre scritto rappresentando tutto e tutti, la meritocrazia al servizio di tutti. Peccato che gli enti, preposti a garantire trasparenza onestà, non seguono l’esempio del presidente Filippone, grazie per tutto, un grande grazie da parte dei miei figli. Siete mitici

  4. filippo

    È doveroso riconoscere al Filippone l’assoluta trasparenza e anche l’essere senza scheletri che gli permettono di scrivere la verità a difesa di tutti.

  5. Patrizia Maurizio

    Non è tanto quello che scrive il Presidente ma è il contenuto la chiarezza e lo sposare le giuste cause a difesa di tutti Noi. Grazie

  6. Sandro

    Carissimo Presidente, attraverso questa nota ha saputo veramente urlare il nostro disagio e la disapprovazione da parte di chi da 12 ANNI aspetta la fine di questo concorso. In ultimo i sindacati hanno partorito una montagna di c…. contro tutte quelle nostre prerogative e aspettative, la cosa che più ci fa rabbia è che l’amministrazione ci va pure dietro e avvalla tutto quello che questi signori dicono. Grazie per il Suo interessamento il linea con le nostre aspettative e rispettoso della democrazia e della volontà, come dice Lei, dei consociati espressa attraverso la richiesta che abbiamo inviato ai nostri superiori uffici.

  7. Dany

    Aggiungerei solo che ci vorrebbero più Filippone per avere più certezza sulla correttezza e il rispetto per le aspettative di ogni cittadino. Grazie

  8. Fabio

    Io a Domenico, il Presidente, lo conosco da 20 anni, Lui è cosi, le ingiustizie non li digerisce. Solo conoscendolo lo si può veramente apprezzare, ho sempre sostenuto che una risorsa come Lui e sprecata da noi, il duo posto naturale è in parlamento a difesa di tutti noi. Grazie sempre Domenico T. V. B.

Scrivi un tuo commento