Trapani: confiscati beni a imprenditori vicini a Messina Denaro

Sono stati confiscati villini, appartamenti, magazzini, terreni e garage, e denaro per un valore di 21 milioni di euro a imprenditori vicini a Matteo Messina Denaro.Poliziotti della Divisione anticrimine di Trapani, insieme al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di finanza hanno confiscato 52 appartamenti, nove villini, 11 magazzini, otto terreni, 19 garage, autovetture, conti correnti e società riconducibili a due imprenditori ritenuti collusi con esponenti delle famiglie mafiose della provincia di Trapani. I due hanno lavorato nel settore edile e hanno avuto interessi in lavori appaltati da enti pubblici in Sicilia.

Per oltre un decennio gli imprenditori hanno esercitato il condizionamento nelle fasi di aggiudicazione di appalti, nell´esecuzione delle opere e nelle forniture.

In particolare, il vertice mafioso gestiva tramite gli imprenditori collusi, i meccanismi di controllo illecito sull´aggiudicazione dei lavori pubblici e sulla esecuzione dei lavori, prevedendo che l´impresa aggiudicataria versasse una percentuale ai funzionari pubblici corrotti ed alla famiglia mafiosa di Trapani.

www.poliziadistato.it

Scrivi un tuo commento