Brindisi: rapina con kalashnikov, 4 arresti

Quattro persone sono finite in manette dopo l’indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce.

Tra i reati contestati ai quattro, anche una rapina commessa il 1 ottobre scorso all’ufficio postale di Merine, Lecce e l’estorsione ad un imprenditore agricolo brindisino, compiuta anche con numerosi atti intimidatori.

La rapina, confermata dalla ricostruzione degli investigatori con il supporto di intercettazioni e immagini di videosorveglianza, è aggravata dall’uso di armi sia comuni che da guerra del tipo AK 47 kalashnicov.

L’indagine in particolare ha messo in luce la violenza con cui tutta l’operazione si è svolta e il fatto che il capo del gruppo vantasse la vicinanza all’organizzazione mafiosa.

www.poliziadistato.it

Scrivi un tuo commento