Palermo: producevano e modificavano armi, arrestata intera famiglia

Un’intera famiglia, nella propria villetta nella zona di Ciaculli a Palermo, si dedicava ad un’attività singolare: produceva e modificava armi.

A finire in manette padre, madre e il figlio 26enne che avevano attrezzato alcuni locali sia a laboratorio che come poligono per testare le armi.

I poliziotti della Squadra mobile e del Commissariato “Zisa Borgonuovo”, che tenevano sotto controllo l’uomo, già noto per i suoi precedenti in materia di armi, stupefacenti ed altri reati, durante la perquisizione, hanno trovato, sotterrati all´interno del giardino, numerose armi e proiettili.

In particolare attraverso metaldetector e il contributo dei cani poliziotto “Dylan” e “Brando”, dotati di un formidabile fiuto per la ricerca di armi ed esplosivi, sono stati rinvenuti in due fusti in plastica revolver, pistole automatiche alcune delle quali con la canna modificata, circa 1.000 proiettili e numerosi silenziatori.

poliziadistato.it

Scrivi un tuo commento