Contratto di Governo Salvini mantiene la promessa sul ricongiungimento familiare

Grazie SALVINI.

Un vero grazie per avere mantenuto la promessa di portare avanti  il “Disegno Legge su Ricongiungimento Famigliare”.

Durante la campagna elettorale ho incontrato SALVINI, in quella occasione gli ho rappresentato uno dei tanti problemi che ci riguardavano, in tal senso lo omaggiavo di una copia del libro che ho scritto che affrontava da vicino la famiglia di chi è un Uomo o Donna dello Stato.

Matteo in quella occasione mi ha manifestato tutto il Suo interessamento, promettendomi che si sarebbe speso affinché tutti i Colleghi avessero il diritto di riunirsi ai coniugi.

Ebbene cari Soci, dopo anni e anni di sacrifici di viaggi di appuntamenti di promesse di infinite lettere, oggi possiamo finalmente iniziare a sperare nell’approvazione definitiva del diritto al ricongiungimento famigliare.

Per questo voglio ringraziare   di vero cuore Salvini senza dimenticare l’Onorevole Alessandro Pagano, due Uomini che fanno politica per la Sovranità dei cittadini, che stanno dimostrando di mettere la politica al servizio dei cittadini e non viceversa.

GRAZIE da parte di tutti i Soci e di tutti i famigliari, MATTEO SEI un UOMO che mantiene le promesse e per questo noi del Club UDS-Uomini e Donne della Sicurezza- te ne saremo per sempre grati.

Testo punto 9 del contratto di Governo:

                                9.DIFESA
Al fine di migliorare e rendere più efficiente il settore risulta prioritaria
la tutela del personale delle Forze Armate (sottolineando l’importanza
del ricongiungimento familiare) ed un loro efficace impiego, per la protezione
del territorio e della sovranità nazionale.
È imprescindibile la tutela dell’industria italiana del comparto difesa,
con particolare riguardo al finanziamento della ricerca e dell’implementazione
del know how nazionale in ambito non prettamente bel-
lico. Progettazione e costruzione navi, aeromobili e sistemistica high
tech.
È inoltre necessario prevedere nuove assunzioni nelle forze dell’ordine
(Carabinieri per la Difesa) con aumento delle dotazioni e dei mezzi.
È opportuno rivalutare la nostra presenza nelle missioni internazionali
sotto il profilo del loro effettivo rilievo per l’interesse nazionale.
Ci impegniamo, infine, a razionalizzare lo spreco di risorse nelle spese
militari anche con riferimento alla riforma del patrimonio immobiliare
dismesso.

                                                             Presidente UDS 

                                                               D.G. Filippone

Scrivi un tuo commento