A pagare il conto siamo sempre NOI

Quanto successo a  Ivrea, in occasione del Carnevale è stato un evento da condannare. Una manciata di uomini in Divisa, contro 400 rappresentanti anti forze di polizia. Questo è il riflesso dello specchio della realtà che oggi siamo costretti a vivere per contrastare qualsiasi azione contro le regole necessarie per vivere in un paese civile.

Nessun commento da parte di un governo Sordo e Cieco, forse perché impegnato in  campagna elettorale o forse perché nessuno li ha informati di quanto successo. Stanchi di essere costretti a incassare bastonate per colpa di troppo lassismo e troppi garantismo, principi che stanno facendo prendere il sopravvento sugli operatori della sicurezza.

Per le strade rischiamo il linciaggio, nei carceri ormai abbiamo perso il conto dei colleghi del Corpo della Polizia Penitenziaria che ogni giorno portano aggressioni a casa, prima però passano dal pronto soccorso, il tutto nell’assoluta indifferenza degli attuali Ministri, siamo stanchi di sporcare le nostre divise con il nostro sangue.

Abbiamo giurato fedeltà, ci siamo avvolti la bandiera Italiana sul nostro cuore, lavoriamo tra mille difficoltà a causa di uno stato di abbandono totale del reparto sicurezza, ci confrontiamo e contrastiamo le organizzazioni criminali, effettuiamo indagini lunghe e costose, con l’intento di assicurare alla giustizia soggetti responsabili di azioni che vanno contro uno Stato libero e democratico, per assistere inermi alle porte girevoli dei carceri, non abbiamo il tempo di assicurarli alla giustizia che c’e’ li ritroviamo liberi nel continuare indisturbati le loro attività illegali. 

Una politica seria, una politica al servizio dei Cittadini onesti, una politica fatta da uomini e donne che sentano il senso dello Stato, non avrebbe mai permesso che gli Italiani si sentissero insicuri di vivere nel proprio paese.

Non ostante ciò noi continuiamo a essere presenti e continueremo, finché ci viene permesso, a svolgere il nostro compito con alto senso del dovere e di appartenenza, per permettere a tutti gli Italiani, e non, di vivere in un paese sicuro…..

                                                                  Presidente UDS

                                                                    D. G. Filippone 

 

 

Scrivi un tuo commento