Certezza della pena per i reati sulla persona

Ad oggi, con le norme in vigore, un soggetto che si rende responsabile di un reato contro la persona, vedasi le persone pestate a sangue durante le rapine in abitazione privata, una volta assicurate alla giustizia, grazie alla possibilità di accedere ai riti abbreviati, che hanno l’intento della speditezza del processo, che prevedono sconti di pena, ancor prima di essere condannati, assistiamo a delinquenti che pur essendo soggetti ritenuti sia abituali che pericolosi per la società, dopo una carcerazione irrisoria escono in libertà. Questo sta creando insicurezza tra i cittadini, che si sentono beffati da una giustizia troppo garantista a fronte di reati efferati contro la persona.
Il Movimento Nazionale per la Sovranità, prende l’impegno di non dare il beneficio di accedere ai riti abbreviati quando ci si trova davanti a violenze sulla persona, prevedendo anche che il soggetto condannato non possa accedere a nessun beneficio di sconto di pena o misure alternative alla detenzione se non prima della rimanenza di due anni della pena inflitta. Noi siamo per la certezza della pena a difesa dei cittadini onesti, il garantismo di fronte ad aggressioni e violenze deve cessare di esistere.

                                                                                      Presidente U.D.S.
                                                                             Domenico Gianluca Filippone

Scrivi un tuo commento