Immigrazione

Passa il decreto Minniti sull’immigrazione. Si accorciano i tempi per i ricorsi, si individuano presso le Corti d’Appello delle sezioni specializzate che si devono fare carico anche dei permessi di soggiorno, distogliendoli dal gravoso e già arretrato lavoro della giustizia Italiana, a danno degli Italiani, si prevedono assunzioni per un totale di Circa 250 posti, bene concittadini che lavorano, ma i costi saranno a carico dei contribuenti italiani.

I centri da CIE-centro identificazione espulsione- si chiameranno CPR-centro permanenza rimpatrio- aggiunto solo la parola rimpatrio che ai cittadini potrebbe essere più gradita.

Come saranno rimpatriati e chi dovrà effettuare i rimpatri non si è tenuti a saperlo.

A mio avviso solo propaganda elettorale. Politica sbagliatissima i costi devono essere a carico della comunità europea, dai centri di permanenza nessuno può uscire, no alla libera circolazione, fino all’approvazione del visto accolto di richiedente asilo, dobbiamo limitare i rischi infiltrazioni di esaltati terroristi.

I costi di coloro, clandestini, che sono imputati e detenuti nelle nostre carceri, per fatti commessi sotto la giurisdizione italiana non sono a carico dello stato ma devono ricadere sulla comunità europea.

Gli uomini e donne impegnati a garantire sicurezza e controllo nei centri non possono essere presi tra le fila delle nostre Forze Armate e dell’Ordine, le quali già soffrono di una carenza organica di circa ventimila unita, circa mille per Regione, e a singhiozzi riescono a garantire il controllo per contrastare organizzazioni mafiose furti e altri fatti illeciti.

Una politica serva della comunità europea che non sa puntare i piedi e che si piega sempre e solo a manovre e manovrine imposte da loro non può corrispondere al rispetto e al ruolo che noi Italiani meritiamo.

 Una politica che non aiuta i comuni, dove questi centri hanno ubicazione, i quali soffrono un’invasione che compromette seriamente sia la vivibilità degli spazi destinati ai cittadini contribuenti, sia il turismo fonte di economia per piccoli comuni e piccole attività commerciali le quali già soffrono una tassazione fuori da ogni logica democratica.

Un governo attento alle esigenze degli Italiani, andrebbe meno in Europa compatterebbe l’Europa costringendola a farsi carico di un problema non solo nostro ma di tutti gli stati membri della Comunità Europea. 

Presidente UDS

D.G. Filippone

 

5 commenti

  1. Andrea

    Una politica giusta che corrisponde ai bisogni dei cittadini, grazie presidente

  2. Antonello

    Presidente meglio di Salvini,cmpl.

  3. Gioacchino

    Dottore a quando la sua scesa in politica, l’Italia ha bisogno di persone come lei ha la giusta lucidità e onesta che serve in questo momento di sbandamento nel mondo della politica casareccia.

  4. Sabry

    Dottore, la seguo da tanto e condivido sempre il suo pensiero, fatto con logica e fatti reali che se affrontati con lealtà potrebbero migliorare le realtà del nostro Stato. Grazie.

  5. Presidente

    Grazie a Tutti Voi. Santa Pasqua

Scrivi un tuo commento