Decreto Sicurezza approvato alla Camera, responsabilità del Poliziotto

Sulla scia della tendenza c.d. professionalizzante, poi, si parla anche dell’inserimento di un emendamento del Governo che prevede la presenza di un numero identificativo sulle divise delle Forze dell’Ordine, al fine dell’individuazione dell’agente che, eventualmente, commetta un’infrazione, eventualmente sanzionata con una multa amministrativa fino a 5 mila euro.

Cari colleghi invece di pensare a rafforzare, con acquisto di strumenti e mezzi, la sicurezza degli Italiani, il governo pensa bene di dare ulteriore strumento per rendere ancora più complicato il nostro lavoro. Per noi prevedono solo tagli a discapito dei cittadini. La cosa che mi conforta e che non ostante tutto noi continuiamo a lavorare per garantire sicurezza, con auto che cadono a pezzi e strumenti ormai di epoca bizantina, riusciamo a contrastare ilo fenomeno del terrorismo. Ovvio tutto possiamo prevenire ma non i lupi solitari, che senza nessun preavviso o sintomo mettono in atto azioni eclatanti.  Anche se fino ad ora la prevenzione ci ha portato a individuare anche singole personalità che potevano rappresentare un pericolo concreto. La mia non vuole essere un’azione mirata a creare allarmismo, anzi, con quel poco che abbiamo cercheremo sempre di dare il massimo per la sicurezza, sperando in tempi migliori e governi che prestano più attenzione al nostro delicato e complesso lavoro.

Presidente UDS

D.G.Filippone

Scrivi un tuo commento