Santa Pasqua

                           Pasqua 2014

Carissimi

Nell’approssimarsi della S. Pasqua, la festa più importante dell’anno liturgico, vi rivolgo un pensiero ed un augurio nel Signore.

Dio Padre ci conceda di entrare nella logica di Cristo, che nell’obbedienza fino alla morte, ci apre la via alla risurrezione e all’eternità beata. In Gesù, la croce si trasforma in albero di vita, come era nell’Eden alle origini dell’umanità. E l’Eucaristia è il frutto santo che mangiato ci trasmette l’eterna giovinezza del Risorto.

Attenti a non cadere nelle varie trappole del mondo, il quale snobba la Pasqua ed esalta la “Pasquetta”, a sua volta trasformata in occasione di ulteriore evasione, di peccato moltiplicato e di ubriachezza, sì da annullare tutti i frutti della Pasqua.

Siamo fedeli al mandato di Cristo: “Fate questo in memoria di Me!”. Quello che dobbiamo fare è solo abbracciare per amore la nostra croce quotidiana e seguire Gesù, compiendo la nostra missione che ci è stata assegnata dal Padre dei cieli.

Allora, sempre più uniti a Cristo, porteremo frutto abbondante. Egli infatti ha rivelato: “Chi mangia di Me, vivrà per Me, come Io vivo per il Padre”. E Dio è il principio stesso della fecondità e della vita. Siamo felici di appartenere a Cristo risorto. Non c’è nessun’altra religione che promette la risurrezione del corpo e la vita eterna in comunione con Dio e tutti i Santi. A Pasqua si vede che il Cristianesimo è la religione della vita che trionfa sulla morte e del vero amore che vince tutto l’odio dei malvagi.

Amate e perdonate. Servite il Signore nella gioia che non conosce sconfitte. Unitevi alla Vergine Maria per aver parte alle sue consolazioni, dopo la terribile esperienza del Calvario di suo figlio Gesù. Vi auguro ogni bene con i vostri cari.Udienza generale di Papa Francesco

1 commento

  1. Antonello

    Auguri al Presidente Domenico Gianluca ai suoi Cari e a tutti i Soci del Club U.D.S.

Scrivi un tuo commento