Il Papa celebra la sua domenica delle Palme Ai giovani: “Ci vediamo ad agosto in Corea”

Da che parte stiamo? Con i farisei, con Giuda, con le donne al sepolcro? Questa la domanda che il Papa ha affidato alla riflessione del suo popolo all’inizio della Settimana santa. E, nella domenica delle Palme, papa Francesco si è messo dalla parte dei giovani annunciando il prossimo grande raduno in Corea.

 Il Santo Padre prima ha benedetto il passaggio della croce delle Giornate mondiali della gioventù dai brasiliani ai polacchi e poi ha dato con gioia l’appuntamento a tutti i giovani del mondo nella lontana Corea dove il grande evento sarà il 15 agosto.

Il Santo Padre ha celebrato in piazza San Pietro la messa delle Palme, che apre i riti della Settimana santa e che da circa trent’anni coincide con la Giornata della gioventù che si celebra in tutte le diocesi del mondo. Poi ha ricordato papa Wojtyla, fondatore e prossimo patrono delle Gmg, aggiungendo che il 27 aprile Giovani Paolo II sarà canonizzato con papa Roncalli.

Il lungo rito si è svolto secondo la tradizione, con la processione iniziale di giovani e di cento celebranti che sventolavano rami di ulivo. Il Papa si è associato alla processione a bordo della jeep bianca scoperta, indossando il manto rosso liturgico e con il pastorale di legno di ulivo che gli hanno donato i detenuti della casa circondariale di San Remo. Durante la messa c’è stata la lettura di tutto il racconto della passione. Papa Francesco ha poi tenuto una omelia interamente a braccio, immedesimandosi negli atteggiamenti dei vari personaggio del racconto evangelico della passione e morte di Gesù, folla acclamante, farisei e dottori della legge, Giuda, Giuseppe d’Arimatea che si occupa del corpo di Gesù, donne che trovano il sepolcro vuoto.

Dopo la messa e l’Angelus papa Francesco si è fermato a lungo sul sagrato a salutare personalmente i cardinali e vescovi presenti, poi ha posato per foto di gruppo con i ragazzi dell’organizzazione delle Gmg, concedendosi anche a diversi autoscatti dai telefonini. Infine, un giro di venticinque minuti, sulla jeep per via della Conciliazione, acclamato dai fedeli. Durante il giro il Papa ha anche bevuto un mate offertogli da un ragazzo e ha preso in braccio alcuni bimbi. Secondo il vicedirettore della sala stampa vaticana, padre Ciro Benedettini, erano oltre centomila i presenti in piazza e nei dintorni alla fine della messa delle Palme.http://www.tgcom24.mediaset.it/C_4_articolo_2039025__ImageGallery__imageGalleryItem_1_image

Scrivi un tuo commento